Il quartiere dell’isolotto // parco dell’ex-CNR

Nov 3, 2021 | Non categorizzato

Il parco dell’ex-CNR è un’area che per molti anni è stata abbandonata e non sfruttata. Di proprietà del CNR (Centro Nazionale di Ricerca), è tornata sotto la gestione all’amministrazione comunale e ora il comune sta progettando al suo interno nuovi spazi. Il Nuovo Parco sarà frutto di un Concorso di progettazione internazionale da cui nascerà il nuovo quartiere verde di Scandicci che sarà anche il più grande parco urbano metropolitano dopo quello delle Cascine. Natura, cultura, benessere e divertimento saranno protagoniste della progettazione. Gran parte della vasta area un tempo occupata dal CNR sarà destinata alla realizzazione del grande parco pubblico in estensione degli attuali giardini comunali circostanti al Castello (10 ettari circa). L’area residua, di proprietà privata, contribuirà al completamento della città lungo la Tramvia.


Oggi il Comune ha allestito in forma temporanea ( Temporary Park) una zona di circa 2 ettari collegati al parco dell’Acciaiolo, con l’obiettivo di restituirla alla città grazie ad una area running (corse e passeggiate) di circa 500 metri, un’area cani e un vasto prato centrale dove ogni anno viene realizzata l’installazione di arte ambientale con la fioritura di 200.000 tulipani.
lettura facoltativa-

Percorso storico in ausilio per la comprensione del luogo:
Anni ‘70 > Nasce l’idea del Nuovo Centro della Città,fra Casellina e la parte più storica di
Scandicci: come primo passo viene costruito il Nuovo Palazzo Comunale1999 – Il Comune acquista il Castello dell’Acciaiolo che viene restaurato e aperto al pubblico con il suo ampio giardino
2003 – Il Comune approva il Programma Direttore dell’Architetto Richard Rogers: nasce il progetto di città compatta che prevede al centro un vasto parco urbano (parco del Castello dell’Acciaiolo e parte dell’Area Ex CNR
2005 – Firma di un Protocollo d’Intesa con cui il CNR si impegna a cedere gratuitamente al Comune una porzione dell’area da destinare a parco pubblico
2007 – Il nuovo strumento di pianificazione urbanistica prevede una vasta Area di Trasformazione per la realizzazione del Nuovo Centro lungo la linea della Tramvia, compresa l’Area del Parco
2010 – Entra in funzione la Linea 1 della Tramvia
2013 – Viene costruita la nuova Piazza della Resistenza, prima importante realizzazione del Programma Direttore di Richard Rogers
2015 – Il Comune acquisisce in comodato gratuito la parte dell’Area ex CNR destinata a parco che viene aperta al pubblico con un programma di spettacoli estivi
2018 – Il parco ospita per la prima volta “Wonder and Pick”, un’installazione di arte ambientale di 200.000 tulipani
2020 – Viene approvato il Piano Particolareggiato per l’Area di Trasformazione (TR 04c), che prevede una vasta porzione del nuovo centro nell’ambito del quale il Nuovo Parco urbano assume una rilevanza metropolitana
2021 – Apertura del “Temporary Park” costituito dall’area a verde ex CNR con un allestimento provvisorio in attesa della futura progettazione del Parco
Estate 2021 – Si prevede l’acquisizione da parte del Comune della piena proprietà dell’Area a verde ex CNR
2022 – In programma l’espletamento del concorso internazionale di progettazione del nuovo
Parco urbano

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla Newsletter RSR e ricevi solo notizie e articoli su Agrobiodiversità, inviti ad eventi, iniziative dei nostri Soci.

Send this to a friend