ARI – Appello 25 marzo 2017

Gen 13, 2017 | Comunicazioni dai soci, Comunità | 0 commenti

L’Associazione Rurale Italiana, membro del Coordinamento Europeo Via Campesina, si fa promotrice perchè nel sessantesimo anniversario del Trattato di Roma le istituzioni europee e italiane si impegnino formalmente a far si che la Politica Agricola Comune (PAC), unica vera politica comunitaria, torni a perseguire i suoi obiettivi originali, quali “quello di garantire una vita giusta alle comunità agricole, stabilizzare i mercati, garantire l’approvvigionamento alimentare della Europa con prezzi degli alimenti che fossero accessibili a tutti i consumatori”.

L’Associazione Rurale Italiana, membro del Coordinamento Europeo Via Campesina, si fa promotrice perchè nel sessantesimo anniversario del Trattato di Roma le istituzioni europee e italiane si impegnino formalmente a far si che la Politica Agricola Comune (PAC), unica vera politica comunitaria, torni a perseguire i suoi obiettivi originali, quali “quello di garantire una vita giusta alle comunità agricole, stabilizzare i mercati, garantire l’approvvigionamento alimentare della Europa con prezzi degli alimenti che fossero accessibili a tutti i consumatori”.

Approfondisci sul sito

Per questo ARI, insieme a quanti vorrano far sentire la loro voce, propone di sottoscrivere l’appello allegato e a creare momenti di proposta e di approfondimento che portino il movimento coontadino ad una comune riflessione e mobilitazione in vista del 25 marzo, data delle celebrazioni ufficiali per ricordare la firma dei Trattati di Roma.

Vi invitiamo a prendere visione del comunicato a comunicarci le vostre riflessioni e a condividerlo e diffonderlo presso le vostre reti.

Globalizziamo la lotta! Globalizziamo la Speranza!

 

— Associazione Rurale Italiana Corte Palù della Pesenata, 5 37017 Colà di Lazise (VR) assorurale.it @assorurale http://goo.gl/HtmygD

ArticoliComunità

Le sfide del 2022

di Riccardo Bocci - Rete Semi Rurali Nel 2019 la Commissione Europea ha ripreso in mano un dossier abbandonato da qualche anno, causa cocente bocciatura nel 2014 da parte del Parlamento: la legislazione sementiera. Si tratta di un tema cruciale per il settore...

ArticoliComunità

Le varietà biologiche

Il regolamento europeo per il biologico (UE) 2018/848 introduce una nuova categoria di sementi iscritte ai registri nazionali e comunitario: le varietà biologiche. La definizione che ne da il regolamento è di “una varietà […] che: a) è caratterizzata da un elevato...

ArticoliComunità

Il materiale eterogeneo biologico

Il materiale eterogeneo biologico rappresenta una delle maggiori novità del nuovo regolamento europeo per il biologico (UE 2018/848) e un’evoluzione rispetto all’esperimento temporaneo sulle popolazioni di cereali (2014/150/UE). Il materiale eterogeneo è definito...

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla Newsletter RSR e ricevi solo notizie e articoli su Agrobiodiversità, inviti ad eventi, iniziative dei nostri Soci.

Send this to a friend