Archeologia Arborea – L’archeologa delle piante che salva la frutta in via di estinzione

Ott 16, 2016 | Comunicazioni dai soci, Comunità | 0 commenti

La signora degli alberi perduti

Lei la chiama «archeologia arborea», perché è un po’ come armarsi di scalpello e spazzola e andare a recuperare le tracce di antiche civiltà sotto metri di terra. Solo che il lavoro di recupero in questo caso riguarda le piante: vecchi ceppi di mele, pere, ciliegie, fichi, pesche, susine ormai quasi estinti e del tutto tagliati fuori dal mercato che lei scova tra i campi dell’Italia centrale, innesta su alberi giovani e fa rivivere. Lei è Isabella Dalla Ragione, 59enne agronoma di San Lorenzo di Lerchi (Città di Castello, Umbria) impegnata a continuare il lavoro iniziato da suo padre Livio negli anni Sessanta

 

[continua]

ArticoliComunità

Le sfide del 2022

di Riccardo Bocci - Rete Semi Rurali Nel 2019 la Commissione Europea ha ripreso in mano un dossier abbandonato da qualche anno, causa cocente bocciatura nel 2014 da parte del Parlamento: la legislazione sementiera. Si tratta di un tema cruciale per il settore...

ArticoliComunità

Le varietà biologiche

Il regolamento europeo per il biologico (UE) 2018/848 introduce una nuova categoria di sementi iscritte ai registri nazionali e comunitario: le varietà biologiche. La definizione che ne da il regolamento è di “una varietà […] che: a) è caratterizzata da un elevato...

ArticoliComunità

Il materiale eterogeneo biologico

Il materiale eterogeneo biologico rappresenta una delle maggiori novità del nuovo regolamento europeo per il biologico (UE 2018/848) e un’evoluzione rispetto all’esperimento temporaneo sulle popolazioni di cereali (2014/150/UE). Il materiale eterogeneo è definito...

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla Newsletter RSR e ricevi solo notizie e articoli su Agrobiodiversità, inviti ad eventi, iniziative dei nostri Soci.

Send this to a friend