Latte e Crisi. Il deputato europeo Josè Bovè digiuna. Il coordinamento Europeo di Via Campesina lo sostiene e propone soluzioni

Set 16, 2009 | Seminare il cambiamento | 0 commenti

Inviato da segreteria il 16/9/2009 7:00:00 (879 letture) News dello stesso autore
Troppi produttori di latte o troppo latte dentro le cisterne delle industrie. Perchè si vogliono sostenere gli esportatori e non i produttori?

Il Coordinamento europeo di Via Campesina sostiene la protesta e il digiuno di J.Bovè, e richiede al Parlamento Europeo, che questo giovedì vota, di non sostenere la proposta della Commissione Europea di aumentare le restituzioni all’esportazione: questo denaro deve servire al sostegno di piccoli e medi produttori di latte per impedire la sparizione delle loro aziende con questa crisi.

Inviato da segreteria il 16/9/2009 7:00:00 (879 letture) News dello stesso autore
Troppi produttori di latte o troppo latte dentro le cisterne delle industrie. Perchè si vogliono sostenere gli esportatori e non i produttori?

Il Coordinamento europeo di Via Campesina sostiene la protesta e il digiuno di J.Bovè, e richiede al Parlamento Europeo, che questo giovedì vota, di non sostenere la proposta della Commissione Europea di aumentare le restituzioni all’esportazione: questo denaro deve servire al sostegno di piccoli e medi produttori di latte per impedire la sparizione delle loro aziende con questa crisi.

L’ Unione Europea può produrre meno latte e meglio:

• Abbassando la quota in maniera differenziata (proporzionalmente alla quota individuale, esentando i piccoli produttori : ogni Stato Membro può determinare questa soglia in rapporto alla sua struttura produttiva)
• Adottando modelli produttivi indirizzati verso una produzione meno intensiva : la diminuzione della nostra dipendenza in soia importata e l’utilizzo di foraggi e proteine vegetali locali è una necessità per il clima, l’energia, la biodiversità.
• Non ci sono troppi produttori di latte ma troppo latte in certi serbatoi.

Leggi tutto il Comunicato stampa del Coordinamento Europeo Via Campesina

ArticoliSeminare il cambiamento

Il ritorno del Riso in Sicilia

Ragione e sentimento possono arrivare dove l’agrofinanza neppure immagina: in Sicilia da circa 5 anni c’è chi ha pensato di reintrodurre la coltivazione del riso. Dopo alcuni tentativi, anche di successo, nell’entroterra ennese, il ritorno del riso in grande stile...

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla Newsletter RSR e ricevi solo notizie e articoli su Agrobiodiversità, inviti ad eventi, iniziative dei nostri Soci.

Send this to a friend