Riforma Sementiera

I sistemi sementieri formali ed informali quindi, differiscono nel modo in cui usano e conservano le risorse genetiche; i sistemi formali tendono a produrre varietà uniformi attraverso il miglioramento genetico classico mentre quelli informali tendono a generare e conservare materiali meno uniformi ed adattati alle condizioni locali, anche se vi possono circolare anche varietà moderne e provenienti dal sistema formale. L’effetto delle politiche sui sistemi sementieri dipende dall’ambiente politico vigente e dai suoi obiettivi e vedute di fondo. Per esempio, se l’obiettivo è appoggiare e tutelare l’identità culturale di una comunità, gli interventi tenderanno a centrarsi sul rafforzamento dei sistemi sementieri informali ed i loro meccanismi locali; se invece l’obiettivo è promuovere la commercializzazione delle sementi, gli interventi tenderanno a rafforzare il sistema sementiero formale, e conseguentemente varietà uniformi. Se l’obiettivo di fondo è appoggiare un’ agricoltura sostenibile e promuovere la sicurezza alimentare, interventi e strategie potrebbero essere diretti tanto al sistema formale quanto a quello informale, dipendendo dal contesto ambientale e politico. Ogni obiettivo politico, pertanto, implica la messa in gioco di pressioni diverse, e a volte conflittuali, sui sistemi sementieri.