Digitalizzazione di processi organizzativi per lo sviluppo dei servizi di tutela e valorizzazione dell'agro-biodiversità in Lombardia

Attraverso questo progetto si vuole integrare il modello organizzativo della RSR con strumenti digitali dedicati alla raccolta di informazioni, alla facilitazione l’interscambio dati, alla collaborazione tra agricoltori, consumatori e tecnici nell’ambito tutela e valorizzazione dell’agro-biodiversità in Lombardia.

Promuovere la “diversità biologica nei campi coltivati” sostenendo la coltivazione decentralizzata di specie e varietà nei contesti e nelle comunità delle aree marginali, necessita di un monitoraggio tecnico puntuale che comporta importanti oneri sul piano organizzativo e dei costi sostenuti. La raccolta dei dati, eseguita con un sistema cartaceo, è soggetta ad errori. Inoltre, questo modello di conoscenza “decentralizzato” (AKIS –  Agricultural Knowledge and Innovation System) genera una mole di dati la cui gestione risulta molto complessa e spesso insostenibile per piccole organizzazioni, una problematica venuta particolarmente alla luce durante la pandemia del COVID-19.

Questo progetto vuole sviluppare un sistema digitale dedicato specificatamente alla gestione delle biodiversità agricola, semplificando le attività di osservazione in campo e la gestione delle informazioni connesse; un sistema che permetta la partecipazione e il contributo distribuito anche di soggetti diversi dai tecnici (e utilizzabile ad esempio in progetti di Citizen science).

Gli effetti di questo turn-around organizzativo sono plurimi:

  • ridurre il numero di ore dedicate il monitoraggio diretto in campo;
  • ridurre il numero di operazione di trasferimento dei dati dalla carta ai fogli di calcolo;
  • ridurre gli errori dovuti alla computazione manuale;
  • aumentare il numero e la tipologia di mansioni da dedicare all’analisi e divulgazione dei risultati.

 

seedlinked

credits www.seedlinked.com

 

Agenda

Nessun evento trovato!

Partner del progetto

Materiali Allegati

Progetto realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo

COPASUDI
Send this to a friend