Nuovi OGM alle porte. Partecipa alla mobilitazione per fermarli

Nuovi OGM alle porte. Partecipa alla mobilitazione per fermarli

“Nuovi OGM alle porte. Partecipa anche tu alla mobilitazione per fermarli” è il titolo dell’evento pubblico organizzato da Terra Nuova che si terrà domenica presso la Fondazione Est-Ovest. Tra gli ospiti anche Vandana Shiva di Navdanya International.
L’iniziativa non a caso si colloca alla vigilia della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che si celebra lunedì 16 ottobre; il cibo che mangiamo e l’ambiente in cui viviamo sono veri e propri valori fondamentali da preservare. La deregolamentazione avviata per sottrarre i nuovi ogm a vincoli e controlli permettendone la coltivazione in campo genererà rischi significativi per ambiente, salute e sovranità alimentare. Per questo si è costituito un fronte di movimenti, associazioni e cittadini che si sta mobilitando per evitare questa deriva. Ne parliamo con un parterre di protagonisti d’eccezione.
I relatori saranno:
Vandana Shiva, presidente di Navdanya International
Maria Grazia Mammuccini, presidente di FederBio
Carlo Triarico, presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica
Elisa D’Aloisio, della Coalizione Italia Libera da Ogm
Federica Ferrario, di Greenpeace Italia
Federica Bigongiali, direttrice della Fondazione Seminare il Futuro
Roberta Billitteri, vicepresidente di Slow Food
Francesco Paniè, esponente dell’associazione Crocevia, collaboratore della rivista Terra Nuova e autore dell’inchiesta sui nuovi OGM pubblicata in questo numero della rivista
Alessandra Turco, Associazione Rurale Italiana – Via Campesina
Riccardo Bocci, Rete Semi Rurali
Conducono Nicholas Bawtree, direttore di Terra Nuova, e Gabriele Bindi, giornalista del mensile.
L’ingresso è gratuito previa iscrizione qui: shorturl.at/MNQ17
Caro il mio OGM, oggi parliamo di TEA! Cosa sta succedendo sui nuovi OGM?

Caro il mio OGM, oggi parliamo di TEA! Cosa sta succedendo sui nuovi OGM?

Il 5 luglio la commissione europea presenterà la sua proposta di regolamentazione/deregolamentazione  delle “nuove tecniche genomiche” (NTG/TEA). Il governo italiano invece, appellandosi all’ emergenza alimentare in seguito alla guerra in Ucraina, e strumentalizzando l’ alluvione in Romagna, nota da anni come area sacrificata alle grandi produzioni agricole intensive, nel decreto siccità ha inserito un emendamento che autorizza la sperimentazione in pieno campo degli OGM 2.0 senza neanche attendere le posizioni ufficiali della commissione, che comunque non sembrano promettenti.                                                                                                                                                                                                             Siamo di fronte al copione di sempre: la politica  non rappresenta altro che il braccio esecutivo delle lobby e dei colossi dell’agrochimica, ignora il principio di precauzione che dovrebbe preservare la salute della cittadinanza e dell’ambiente, utilizza una retorica falsa e mistificatoria per promuovere i nuovi OGM e  ne modifica appositamente l’appellativo e il lessico per dissociarli dagli OGM ormai di vecchia generazione.

con : Riccardo Bocci (agronomo Rete Semi Rurali)

Programma:

  • 20:00 Spaghettata estiva gennuina
  • 21:00 Dibattito