Costruzione di filiere biologiche innovative a partire dai MEB

Costruzione di filiere biologiche innovative a partire dai MEB

l quinto e ultimo appuntamento del ciclo di incontri “Costruzione di filiere biologiche per la valorizzazione dei Materiali Eterogenei Biologici (MEB) nel Lazio” è in programma a Roma, nella splendida location dell’Orto Botanico di Trastevere venerdì 10 maggio a partire dalle 10.00È un’iniziativa di Arsial realizzata in collaborazione con Rete Semi Rurali, che attraverso incontri territoriali intende promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei MEB tra i produttori della nostra regione.

Alla giornata prendono parte, in qualità dei relatori, il Commissario Straordinario di Arsial Masssimiliano Raffa e l’Assessore con delega a Bilancio, Agricoltura e Sovranità Alimentare della Regione Lazio Giancarlo Righini.

I MATERIALI ETEROGENEI BIOLOGICI (MEB)
materiali eterogenei biologici rappresentano una delle maggiori novità del nuovo regolamento europeo per il biologico (UE 2018/848) e un’evoluzione rispetto all’esperimento temporaneo sulle popolazioni di cereali (2014/150/UE). Sono definiti come un insieme vegetale che:

  1. presenta caratteristiche fenotipiche comuni;
  2. è caratterizzato da un elevato livello di diversità genetica e fenotipica;
  3. non è una varietà;
  4. non è una miscela di varietà;
  5. è stato prodotto in regime biologico.

Possono essere costituiti da miscele di incroci, miscele dinamiche e materiale non uniforme gestito in azienda. L’innovazione dei MEB vale per tutte le specie agrarie e ortive. La registrazione avviene tramite notifica da inviare all’ufficio Agricoltura Biologica del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e il Regolamento delegato (UE) 2021/1189 ne specifica i requisiti qualitativi e fitosanitari, di imballaggio ed etichettatura, per la tracciabilità e la manutenzione.

L’EVENTO
Costruzione delle filiere biologiche per la valorizzazione dei MEB nel Lazio” è un evento di divulgazione tecnico-agronomica interamente dedicato al tema, affrontato sotto gli aspetti  colturali e normativi. Il programma della giornata vede diversi interventi tecnici e una tavola rotonda con gli operatori del settore:

10:00 | Apertura dei lavori a cura del Comm. Straordinario ARSIAL Massimiliano Raffa

10:15 | Materiali eterogenei biologici nel Regolamento Comunitario 848/2018 Paolo Torrelli – Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste (MASAF) – Ufficio Agricoltura Biologica

10:35 | La promozione dei materiali eterogenei biologici nel Lazio Il Servizio Rete Semi Rurali per ARSIAL

10:55 | La sperimentazione dei MEB nel progetto ALL Organic in Basilicata Luca Colombo – Fondaz. Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica (FIRAB)

11.20 | L’opportunità dei distretti biologici per promuovere la diffusione del MEB nel Lazio Lucia Margaritelli – Regione Lazio

11.40 | Il negoziato in corso sul regolamento sementiero in Europa e le nuove possibilità di utilizzare materiale diversificato – Riccardo Bocci – Rete Semi Rurali

12.00 | Tavola rotonda con gli operatori della filiera e gli attori locali 13.00 | Chiusura dei lavori dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Lazio Giancarlo Righini

13.15 | Light lunch

Per confermare la partecipazione:
• compila il form cliccando QUI
• o scrivi a lazio@semirurali.net

Per info:
lazio@semirurali.net
biodiver@arsial.it

2024_ARSIAL_ROMA_WEB

Dal seme al piatto: incrocio di esperienze sul riso Biologico

Dal seme al piatto: incrocio di esperienze sul riso Biologico

Si svolge a Rovasenda durante la Festa del BiodistRetto del Riso piemontese il secondo incontro transnazionale delle comunità di ricerca sul riso biologico. Parteciperanno risicoltori e ricercatori da ,taiwan, svizzera, spagna, francia ed italia

Programma : 16 Settembre

9:00 Ritrovo presso Cascina Teglio
9:30
Presentazione del Biodistretto del Riso Vercellese e visita al campo sperimentale
10:30
Visita alla riseria presso az. agr. Una Garlanda
11:00 Conferenza stampa presso il Castello di Rovasenda
12.30 Pranzo presso il Castello di Rovasenda*
14:00 – 18:00
International workshop al Castello di Rovasenda (presente il servizio di traduzione).
18:00
Aperitivo presso i giardini del Castello*

17 Settembre

9:30 – 12:00 International workshop al Castello di Rovasenda

 

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO! Italiano
DOWNLOAD SCHEDULE! Inglese

Coltivazione e trasformazione: segale e piante officinali montane

Coltivazione e trasformazione: segale e piante officinali montane

Attività dimostrativa in collaborazione con Bio-distretto di Valle Camonica e Rete Semi Rurali

CONTENUTO

L’attività dimostrativa prevede la visita formativa presso due aziende agricole della Valle Camonica (BS) che coltivano segale ed erbe officinali. Durante l’attività gli agricoltori del Bio-distretto di Valle Camonica e i ricercatori di UNIMONT – Università degli Studi di Milano – esporranno le buone pratiche per la semina, la raccolta e la trasformazione di segale (Secale cereale L.) e di piante officinali di montagna. I tecnici di Rete Semi Rurali (RSR), inoltre, presenteranno la recente “Casa delle Sementi Alpine” di Cerveno (BS), luogo dove ricercatori, tecnici, agricoltori e consumatori possono collaborare per conservare e gestire a livello collettivo le sementi di cereali, piante officinali e ortaggi alpini.
L’attività è rivolta principalmente a titolari di aziende agricole di montagna che coltivano/trasformano cereali e/o piante officinali.

PROGRAMMA

8.30 – Ritrovo presso il parcheggio di Unimont in Via A. Morino, 8 – Edolo (BS), e partenza in pullman verso Corteno Golgi (BS)
9.00 – Arrivo a Corteno Golgi per la visita ai campi dell’Azienda Agricola Comazera di Anna Crescenti
11.45 – Arrivo alla “Casa delle Sementi Alpine” a Cerveno (BS)
13.00 – Pranzo libero
14.30 – Arrivo a Villa di Lozio (BS) – Località Castello – presso l’Azienda Agricola Luna Piena di Valentina Guassoldi
16.30 – Rientro a Edolo

Attività libera e gratuita Iscrizione obbligatoria entro l’11 luglio 2022

 

Il cibo, dal campo alla tavola

Il cibo, dal campo alla tavola

Tavola rotonda su cibo e agricoltura

Non possiamo vivere sani, in un mondo malato.

Relatori con competenze differenti,
in un costruttivo confronto con le loro esperienze e conoscenze.
In caso di pioggia l’evento si svolgerà alla biblioteca di Seano.