Edizioni Semi Rurali. Una casa editrice tutta nostra!

Edizioni Semi Rurali. Una casa editrice tutta nostra!

di Claudio Pozzi | Rete Semi Rurali

Il titolo è mendace: Massimo Angelini ed Esther Weber avrebbero ragioni da vendere nel rivendicare, almeno in questa fase, la titolarità delle prime scelte editoriali. Sono stati loro infatti a offrire a Rete Semi Rurali l’eredità di alcuni gioielli ex Pentàgora e avranno molto da brigare nell’instradarci verso un mestiere che non si improvvisa: il loro generoso supporto è ancora più prezioso considerando l’impegno che li assorbe nella nuova coraggiosa avventura con Temposospeso! 

Abbiamo accettato la sfida con spirito adolescenziale scevro da preoccupazioni: d’altra parte l’opportunità di raccogliere cotanto testimone è cosa rara e l’urgenza di comunicare con parole nostre pubblicando testi coerenti con la missione associativa lo è altrettanto.

Abituatevi a riconoscere il logo di Edizioni SemiRurali sulle copertine di libri attinenti alla ruralità, alla biodiversità e alla sempre più necessaria transizione agroecologica. 
Ad oggi abbiamo scelto insieme a Esther e Massimo i titoli di maggior successo del catalogo rurale di Pentàgora che riteniamo abbiano ancora molto da dire al lettore biodiverso. Sembra un lavoro facile ma, seppur pazientemente guidati dalla competente supervisione, stiamo facendo qualche piccolo errore da principianti di cui chiediamo venia a lettori, autori e ai collaboratori che a vario titolo ne vengono coinvolti.

Il progetto grafico è compiuto e in questo caso dobbiamo ringraziare Yoshi Mari per la felice scelta e la competente realizzazione. 

Siamo felici, a neanche un anno di distanza dalla sigla del “patto ereditario” di poter presentare 7 titoli che aprono la strada verso il salto di qualità cui siamo chiamati: fatto tesoro dell’esperienza dell’esordio, è necessario acquisire le competenze che ci consentano di rinnovare la proposta con nuovi titoli selezionati in coerenza con le aree che contraddistinguono l’operatività di Rete Semi Rurali. La scelta è infatti quella di rispecchiare nelle collane la struttura organizzativa che la Rete si è data: Comunità, Case delle sementi, ricercAZIONE, Seminare il Cambiamento. 

Per scoprire le pubblicazioni della nostra casa editrice potete consultare il sito: https://edizioni.semirurali.net . 

All’indirizzo biblioteca@semirurali.net. sono più che benvenuti suggerimenti su titoli che vi piacerebbe veder pubblicati da Edizioni Semi Rurali! 

Dal seme alla tavola

Dal seme alla tavola

Le sementi e le pratiche agricole per la nostra salute e quella del Pianeta

di Véronique Chable e Gauthier Chapelle

Se la biodiversità fosse un gomitolo, il bellissimo volume di Véronique Chable e Gauthier Chapelle sarebbe una guida per dipanarlo nelle sue molte componenti. I 20 capitoli si snodano attraverso la descrizione dei sistemi agricoli tradizionali e contemporanei, i metodi di selezione, gli impatti sull’alimentazione umana, l’attività di salvaguardia e promozione della biodiversità in campo attuata dalle banche delle sementi, anche grazie a metodologie partecipative, lo sviluppo di filiere sostenibili, locali e vitali, sganciate da un’economia fossile dominata da dinamiche internazionali. Il tutto corredato da appassionanti casi studio, come quello del mais rosso dei Paesi Baschi, quello dei miscugli di grani tradizionali in Aquitania, gli Irish Seed Savers e la stessa Rete Semi Rurali. Buona riscoperta della biodiversità, che dopo questa lettura ci parrà sicuramente più complessa ma anche molto più preziosa.

Presi per la gola

Presi per la gola

Perché quasi tutto quello che ci hanno detto sul cibo è sbagliato

di Tim Spector

Come districarsi nella giungla delle etichette alimentari e dei messaggi veicolati ai consumatori? Come capire gli effetti sulla salute del cibo? Il libro uscito nel 2020 da Bollati Boringhieri scritto dal genetista inglese Tim Spector risponde a queste domande in modo chiaro e semplice, smontando alcuni nostri luoghi comuni sull’alimentazione. Infatti, basandosi su una ricca e puntuale bibliografia, l’autore passa in rassegna i principali alimenti e dogmi della dieta – come ad esempio l’uso delle calorie come valore energetico di un prodotto – svelando al lettore una verità difficile da accettare. La gran parte delle nostre idee sul cibo sono errate. Il consiglio finale dell’autore è disarmante nella sua semplicità: diversificare la dieta il più possibile, ridurre il consumo di carne, pesce e latticini, aumentare quello di frutta e verdura e eliminare il cibo ultra-lavorato. Ma soprattutto, fare educazione alimentare ai proprio figli così come si insegna loro a leggere e scrivere.