Passata la legge Cenni – Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare

Dic 1, 2015 | agrobiodiversità, legislazione sementiera, Seminare il cambiamento | 0 commenti

Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare.

La proposta di legge “Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare”, già approvata dalla Camera e modificata dal Senato, è stata approvata definitivamente, non ancora pubblicata, il 19 novembre 2015.

Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare.

La proposta di legge “Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare”, già approvata dalla Camera e modificata dal Senato, è stata approvata definitivamente, non ancora pubblicata, il 19 novembre 2015.

 

Ecco l’iter.
Prima lettura Camera: Proposta di legge presentata il 19 marzo 2013, esaminata in commissione dal 4 giugno 2013 al 9 dicembre 2014 e discussa in assemblea dal 10 dicembre al 18 dicembre 2014.
Prima lettura Senato: Disegno di legge trasmesso dalla Camera il 23 dicembre 2014.
Seconda lettura Camera: Proposta di legge trasmessa dal Senato il 22 ottobre 2015, esaminata in Commissione dal 28 ottobre al 4 novembre 2015 e discussa in Assemblea, dal 9 novembre al 19 novembre 2015, data in cui appunto è stata approvata definitivamente.

 

La legge istituisce un Sistema nazionale della biodiversità agraria e alimentare, con 4 strumenti operativi:

 

l’Anagrafe della biodiversità, dove saranno indicate le risorse genetiche a rischio di estinzione;
il Comitato permanente, che garantisce il coordinamento delle azioni tra i diversi livelli di governo;
la Rete nazionale, che si occuperà di preservare le risorse genetiche locali;
il Portale nazionale, composto da un sistema di banche dati contenenti le risorse genetiche presenti su tutto il territorio italiano.

La legge prevede l’avvio di un Piano nazionale sulla biodiversità di interesse agricolo e istituisce un Fondo di tutela per sostenere le azioni degli agricoltori e degli allevatori.

 

Viene anche stabilito che il piano triennale di attività del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria debba prevedere interventi per la ricerca sulla biodiversità agraria e alimentare, sulle tecniche necessarie per favorirla, tutelarla e svilupparla.

 

Qui è disponibile il testo non definitivo della Proposta di Legge.

ArticoliSeminare il cambiamento

Eco-schemi

Lo strumento degli eco-schemi è stato introdotto nel recente processo di revisione della PAC per integrarne gli scopi generali con degli obiettivi specifici legati a cambiamento climatico, ambiente e benessere animale.Un eco-schema, definito a livello di ogni...

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla Newsletter RSR e ricevi solo notizie e articoli su Agrobiodiversità, inviti ad eventi, iniziative dei nostri Soci.

20-21-22 Maggio 2022Scandicci (FI)

Rete Semi Rurali ETS vi invita a partecipare a una 3 giorni dedicata al tema della Biodiversità dal campo alla tavola

Send this to a friend