Home Eventi Torino. Il Coordinamento Contadino Piemontese organizza “L’aperitivo contadino” la proiezione del film/documentario di M.A.I.S. “The last farmer…” e lancerà la Campagna “SEMINIAMOLI”.

Torino. Il Coordinamento Contadino Piemontese organizza “L’aperitivo contadino” la proiezione del film/documentario di M.A.I.S. “The last farmer…” e lancerà la Campagna “SEMINIAMOLI”.

Il Coordinamento Contadino Piemontese della Rete Semi Rurali in occasione dell'anniversario della giornata mondiale contadina (17 aprile) e del suo primo anno di vita organizza:

11 aprile 2012 – alle 19

L'APERITIVO CONTADINO
bar Roma, via Saluzzo 32 – Torino

alle 21.15
proiezione di THE LAST FARMER di Giuliano Girelli
Cineteatro Baretti, via Baretti 5 – Torino

Mercoledì 11 aprile, in occasione della Giornata Internazionale delle lotte contadine del 17 aprile, indetta dal movimento Via Campesina, il Coordinamento Contadino Piemontese (CCP) organizza L'Aperitivo Contadino, un momento conviviale di incontro e scambio con i contadini locali che cucineranno un apericena con i propri prodotti (salumi, formaggi, vini e molto altro…).

A seguire, alle 21.15, al Cineteatro Baretti, verrà proiettato “The last farmer. Neoliberismo, globalizzazione e agricoltura contadina” documentario di Giuliano Girelli, prodotto dall'Ong M.A.I.S. nell'ambito di Flores, rassegna di cinema documentario organizzata da M.A.I.S. in collaborazione con PuntoDOC e Cineteatro Baretti.
Dopo la proiezione il regista, Alessandra Turco di M.A.I.S., Roberto Schellino, contadino e attivista e i contadini del CCP che hanno partecipato al documentario incontreranno e dibatteranno con i partecipanti.

Durante la serata verrà presentata e lanciata la campagna “Seminiamoli”, un'iniziativa del CCP, e come gruppo di lavoro della Rete Semi Rurali, per denunciare la perdita di biodiversità data dalla lacuna nella normativa italiana che non regolamenta ancora il diritto dei contadini al commercio di semi di varietà da conservazione. Si tratta di varietà locali, spesso periferiche rispetto al mercato agroalimentare, ma fondamentali per le loro qualità organolettiche e il loro valore culturale. Il diritto alla vendita delle varietà da conservazione garantisce agli agricoltori il miglioramento e la differenziazione delle loro coltivazioni e a tutti i cittadini la tutela del bene comune della biodiversità agricola che è alla base del diritto ad un’alimentazione libera e sana. Per manifestare e denunciare il rischio che l'attuale sistema determina il CCP invita contadini, orticoltori e chiunque abbia a disposizione terra coltivabile a seminare varietà antiche di cereali e di altre colture. Durante la serata saranno distribuite alcune varietà di sementi. I contadini e gli orticoltori saranno invitati a condividere foto o video dell'azione (inviandola via mail a coordinamento.contadino.piemontese@inventati.org o pubblicandola sulla pagina Facebook di M.A.I.S.)

THE LAST FARMER
Neoliberismo, globalizzazione e agricoltura contadina
un documentario di Giuliano Girelli (Indonesia, Guatemala, Burkina Faso, Italia 2011 – 90 min.)
prodotto da M.A.I.S., nell'ambito del progetto Creating Coherence

L'agricoltura contadina produce cibo per oltre il 70% della popolazione del pianeta, mentre l'agricoltura industriale non provvede che al 30%; ma 2.8 miliardi di persone nel mondo vivono con meno di 2 dollari al giorno e la maggioranza di queste persone sono contadini o ex contadini che ora vivono nelle baraccopoli di qualche grande città. Questo documentario parla di loro, della globalizzazione e dunque anche di noi.
The last farmer esplora le drammatiche conseguenze del neoliberismo e della globalizzazione sulla vita dei piccoli contadini nel mondo, seguendo lo svolgersi della giornata di Baldomera in Guatemala, Agi in Indonesia e Aloise in Burkina Faso; con il supporto di interviste agli esperti Luciano Gallino, Hira Jhamtani, Giorgio Cingolani, Magaly Rey Rosa, Mamadou Goita, Roberto Schellino.
Info: <a href=”http://www.thelastfarmer.org

Il” rel=”external”>www.thelastfarmer.org

Il</a> Coordinamento Contadino Piemontese
Il Coordinamento Contadino Piemontese, è composto da A.I.A.B. – Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Antichi mais piemontesi, A.R.I. – Associazione Rurale Italiana, Civiltà Contadina, Consorzio della Quarantina, M.A.I.S. – Movimento per l&#039;Autosviluppo l&#039;Interscambio e la Solidarietà, W.W.O.O.F. – Opportunità in fattorie biologiche nel mondo. Si tratta di una rete piemontese nata per favorire il riconoscimento dell&#039;agricoltura contadina a livello locale ed internazionale, come sistema di vita e di produzione verso la sovranità alimentare ed economica. In particolare è impegnata nella Campagna popolare per il riconoscimento dell&#039;agricoltura contadina, nella Rete Semi Rurali e per la garanzia partecipata.
Info: <a href=”http://coordinamentocontadinopiemontese.noblogs.org

Giornata” rel=”external”>http://coordinamentocontadinopiemon …
Giornata</a> internazionale delle lotte contadine
Il 17 aprile è la giornata internazionale delle lotte contadine, che ricorda il massacro di 19 contadini che lottavano per terra e giustizia in Brasile, nel 1996. Ogni anno si celebra questo giorno in tutto il mondo, a difesa dei contadini e delle contadine che lottano per i loro diritti.
Durante gli ultimi anni, i contadini soffrono dell&#039;attuazione di nuove politiche e di un nuovo modello di sviluppo basato sulla espropriazione di terre, conosciuto come &#039;accaparramento di terre&#039; (land grabbing). L&#039;accaparramento di terre è un fenomeno stimolato da investitori e persone di potere su scala locale, nazionale e internazionale, con la connivenza di governi e autorità locali, per controllare le risorse più preziose del mondo. L&#039;accaparramento di terre ha portato alla concentrazione della terra e delle risorse naturali nelle mani di grandi investitori, padroni di piantagioni, imprese che trattano legname, idroelettriche e minerarie, impresari turistici e immobiliari, autorità responsabili di porti e infrastrutture ecc. La conseguenza è stata l&#039;espulsione e l&#039;allontanamento delle popolazioni locali – generalmente contadini e contadine – la violazione dei diritti umani delle donne, l&#039;aumento della povertà, la divisione sociale e la contaminazione dell&#039;ambiente.
Info: <a href=”http://viacampesina.org/splash/17april” rel=”external”>http://viacampesina.org/splash/17april</a>

Per informazioni
M.A.I.S. Ong – via saluzzo 23 – 10125 Torino
comunicazione@mais.to.it
www.mais.to.it
www.facebook.com/mais.to.it

Luogo

bar Roma, via Saluzzo 32 - Torino, e Cineteatro Baretti, via Baretti 5 - Torino
QR Code
Send this to a friend